Storia dell’Isola d’Ischia

La storia dell’isola di Ischia ha origini latine. Il primo nome che i latini diedero ad Ischia fu Pithecusa. Una storia, quella dell’Isola di Ischia molto ricca di avvenimenti: dal primo sbarco di coloni greci ai saccheggi del dominio di Odoacre, ai Normanni, a gli Svevi che ne presero il governo nel 1214, a gli Angioini; insomma, una storia tormentata. L’Isola di Ischia attualmente si divide in 6 comuni ed ha una estensione di circa 47 Km quadrati. I comuni che compongono l’Isola di Ischia sono: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano. L’Hotel Villa Durrueli di ischia è situato nel comune di Ischia. L’Isola d’Ischia nasce sottoforma di vulcano sottomarino emerso. I primi ritrovamenti storici risalgono al 770 a.C. con la dominazione dei Greci che hanno chiamato l’Isola con il nome di Pithecusae. Questo termine ha in realtà un doppio significato: il termine Pithekos, scimmia, si dovrebbe alla presenza di quest’animale sull’isola e Pithos, vaso, che alluderebbe alla natura commerciale dell’insediamento. La più importante testimonianza di questo periodo è la “coppa di Nestore”, una tazza importata da Rodi, rinvenuta in una tomba della necropoli, su cui è stato inciso in alfabeto euboico, e dunque a Pithecusae stessa, un epigramma in tre versi che allude alla famosa coppa di Nestore descritta nell’Iliade.
Dal IV Secolo A.C. , dopo le guerre sannitiche, l’isola di Ischia passò con Napoli sotto il dominio romano ed anche l’Isola d’Ischia cambia nome in Aenaria dalla voce latina aenum, che significa bronzo, o più in generale metallo, a conferma della fiorente attività metallurgica. In questo periodo infatti ci sono molti ritrovamenti di oggetti e suppellettili ma pochi di strutture edificate; la spiegazione è stata trovata nei forti fenomeni vulcanici che c’erano in questo periodo ad Ischia. La fine del IV sec.d.C. è caratterizzato dalla decadenza dell’Impero romano determinata dalle continue invasioni barbariche ed in quella visigota anche Ischia subisce le devastazioni di quel passaggio. L’isola muta nel tempo anche il suo nome diventando Ischia termine che deriva con lunga e lenta evoluzione dal latinoinsula maior’ che significa isola per eccellenza, isola migliore. Dalla fine del V sec.d.C. in poi si susseguono le brevi dominazioni dei vari popoli germanici.